venerdì 27 maggio 2011

Ballottaggio Tersigni - Di Stefano. Polverini a Sora: senza i due consiglieri regionali che sono usciti da Città Nuove siamo ancora più forti

I toni della polemica politica ma pure personale non si sono abbassati nemmeno questa sera durante i comizi conclusivi a pochi metri di distanza tra i due candidati. Non c’è stato un confronto diretto tra i due eccetto l’incontro con gli industriali a S. Domenico di Isola del Liri. Tutte e due i contendenti hanno però rassicurato dal palco che governeranno Sora per cinque anni, hanno chiuso i loro discorsi facendo sapere che “sarò il sindaco di tutti”. Ascolteranno tutti i cittadini, tutti e due, l’unico punto in comune. O uno dei pochissimi punti coincidenti che si sono ascoltati questa sera.


Renata Polverini arriva a Sora direttamente da Terracina dove il candidato sindaco che ha sostenuto e la sua lista hanno speso pochi soldi per la campagna elettorale. Qui ha parlato su un palco, realizzato con poche risorse impiegate, formato da tubolari. A Sora inizia a parlare verso le 22 e 30 precede l’intervento di Enzo Di Stefano. Prima avevano parlato alcuni candidati a consiglieri comunali rappresentanti di partiti e liste civiche: Gabriele Savona, Rosalia Bono, Massimiliano Bruni, Alberto La Rocca.

Parla dal palco, la governatrice del Lazio, per più di una mezzoretta. Un intervento molto acceso ma non perde le staffe come gli era successo a Genzano perché questa sera non ci sono fischi, né contestazioni. Una giornata iniziata bene, per il presidente, con i bambini portati persino a mangiare nella mensa. La Regione Lazio ha aderito oggi per la prima volta dopo 17 anni a “Bimbi in ufficio”. Poi aveva revocato il licenziamento di oltre 3000 lavoratori nella sanità che avevano ricevuto le lettere da qualche settimana ma le agenzie di stampa hanno battuto, lo sfogo della presidente, solo la notizia del passaggio dei due consiglieri della lista “Città Nuove” che sono finiti nel Pdl. Un atto ostile verso di lei, aveva subito chiarito. Nomina pure “Striscia la Notizia” che la fa vedere mentre mangia un panino in consiglio regionale. Non li nomina mai i due consiglieri, qui nella città ciociara, continua dicendo che: “Sono gli stessi che mi volevano far ritirare dalle elezioni regionali perché non erano riusciti a presentare la lista” – dice - invece ora è qui ma “senza di loro siamo ancora più forti”.

Aveva parlato di fine della coalizione a caldo ma ora afferma qui a Sora che non ci saranno ripercussioni, fa capire Renata Polverini (nella foto) che non ci sarà crisi, non ne parla apertamente, l’importante per adesso per la Polverini è la vittoria di Enzo Di Stefano a Sora.

Il candidato sindaco Enzo Di Stefano che fa solo un piccolo accenno, durante il suo intervento, al fatto avvenuto a Roma dice che “i due erano andati già via da parecchio”.

Ernesto Tersigni parla a pochi metri di distanza in piazza S. Restituta per una mezzoretta, fa il suo ultimo appello al voto dalle 23 e 30 prima c’è stato lo spettacolo con musica e cabaret con Pino Campagna. Pure questa volta sul palco a presentare Valeria Altobelli che chiude la campagna elettorale a mezzanotte in punto nel rispetto della legge. Sul palco tutta la squadra con i candidati, Agostino Di Pucchio, Giacomo Iula, Maria Paola D’Orazio e altri e in più Mario Abbruzzese e l'On Gasparri. Tersigni ha rivolto l’invito ai cittadini di fare uno sforzo di andare al voto domenica e lunedì per voltare pagina.

La foto è dal sito: www.teverenotizie.it