giovedì 12 maggio 2011

Domenico La Posta “La tua Voce in Comune”. Candidato nella lista: “Progetto Città – Sinistra Unita” con Roberto De Donatis Sindaco di Sora.

Le nuove bollette del gas tanno arrivando nelle abitazioni dei sorani.

Una bolletta che da gennaio è diventata più semplice, più facile da leggere ma non sembra tanto. Le voci da controllare sono ancora molte. Una bolletta con più informazioni chiare ma sono ancora molti i punti da chiarire. Le tariffe che variano mensilmente applicate dall’Autorità. La lettura stimata che ancora appare, in molti casi, non è chiara per niente. E se fai la rettifica al Punto informazioni della società non è possibile essere soddisfatti perché per importi piccoli va pagata lo stesso poi viene corretta alla bolletta successiva. Devi stare sempre attento al periodo utile per fare l’auto-lettura.
Novità solo di facciata? Una bolletta più trasparente? Si chiedono in molti a Sora che continuano a segnalare casi non solo al Punto dell’Italcogim. Dal 15 dicembre 2009 è attivo poi il cosiddetto “Bonus sociale del gas” che è un regime di compensazione della spesa sostenuta dai cittadini per la fornitura di gas naturale ma pure qui tanti ancora sono i punti segnalati da affrontare e risolvere.
L’Autorità per l’energia e per il gas ha dato le nuove disposizioni impresse sulle bollette ma per i prezzi non ci sono grosse novità, se il contatore non gira arriva lo stesso un importo da pagare. Perché pagare in questo caso si chiedono i cittadini e lo vanno a dire a chi è a disposizione al Punto Italcogim. Le risposte che però arrivano in molti casi non sono poi tante soddisfacenti. La tutela del consumatore da rafforzare senz’altro, l’unico metodo di dialogo col consumatore deve essere l’Autorità garante e lo Sportello del consumatore che devono ripartire da capo su tutta la questione assieme allo Sgate perché i cittadini vogliono spendere di meno e vogliono letture effettive. Aumentano anche i contatti dei cittadini con le associazioni dei consumatori perché i problemi sono sempre di più. Vogliono sapere in pratica e lo fanno sapere, e lo segnalano, “quanto consumo ho e quando devo pagare”. C’è l’obbligo di fare la lettura ma non sempre succede.
In questi giorni stanno arrivando le nuove bollette, l’Italcogim che è diventata tutta a marchio GDF – Suez, ha cambiato denominazione sociale, sta facendo una pubblicità in questi giorni. Lo slogan della società: “Sta arrivando una nuova energia” messaggio quanto mai appropriato ma i consumatori sperano pure in una nuova bolletta veramente trasparente. Altri problemi che potrebbero arrivare perché in teoria le multinazionali devono applicare un codice etico che “contiene l'insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità dell'ente nei confronti di dipendenti, clienti, fornitori, Pubblica Amministrazione, mercato finanziario che mira quindi a raccomandare, promuovere o vietare determinati comportamenti” ma non sempre succede.

Domenico La Posta “La tua Voce in Comune”. Candidato nella lista: “Progetto Città – Sinistra Unita” con Roberto De Donatis Sindaco di Sora. Segnala un disservizio a: domlap@libero.it
Commenta sul blog: www.ilverdastro.it